Kundalini Yoga e Naturopatia – Estate: the moon light, the sun light

Si sa i mesi di Luglio e di Agosto sono i più caldi della stagione estiva. E come tutte le stagioni anche l’estate oltre ad avere i suoi lati positivi (vacanze, mare, vita all’aria aperta ecc…) presenta anche degli aspetti negativi dovuti al caldo eccessivo.

Secondo la MTC (medicina tradizionale Cinese) alla stagione estiva corrisponde l’elemento Fuoco. L’organo di riferimento per questa loggia energetica è il Cuore e il viscere è l’Intestino Tenue. E in effetti in questo periodo chi soffre di problemi cardiaci deve prestare attenzione evitando attività fisica nelle ore più calde; anche l’intestino diventa più delicato, basti bere o mangiare qualcosa di ghiacciato per ritrovarsi presto con problemi di colite o diarrea, oppure all’opposto la scarsa circolazione di Qi attraverso il sangue può portare alla stitichezza. Inoltre colpi di calore, svenimenti, stanchezza, gambe gonfie e pesanti possono essere gli inconvenienti più frequenti durante questa stagione. Infine l’eccesso di Fuoco crea disequilibri a chi ne ha già tanto al suo interno, causando: gastrite, emorroidi, insonnia…

Il mese di luglio è governato dalla Luna, pianeta legato all’elemento acqua, alle emozioni, all’inconscio e ai sogni; a livello fisico ai liquidi corporei, al sistema ormonale femminile e allo stomaco. Siamo sotto il segno zodiacale del Cancro.

Il mese di Agosto è invece governato dal Sole ed è sotto il segno del Leone. Segno di Fuoco appunto il cui organo associato è il cuore e il sistema circolatorio.

Ed ecco una pianta che guarda a caso ci aiuta in tante problematiche relative a questo periodo: la Camomilla. Le più comuni sono la Camomilla Matricaria e la Camomilla Romana. Il suo fiore ci indica che è sia sotto la signatura della Luna sia del Sole.

Questa pianta molto comune è benefica per svariate problematiche. Per quanto riguarda il suo uso interno è indicata per problemi digestivi, gonfiori, flatulenza, colon irritabile, spasmi gastrointestinali, dismenorrea, ma anche per irrequietezza e ansietà. La Camomilla svolge infatti un’azione sedativa, ma attenzione al dosaggio! Essa può determinare un effetto paradosso eccitante se presa ad alte dosi.

Per uso esterno, l’infuso dei fiori di Camomilla viene utilizzata nelle infiammazioni delle mucose del cavo orale, nelle vaginiti, nelle vulviti, con azione sia antinfiammatoria che antibatterica. Il suo infuso può essere utilizzato anche per sfiammare dermatiti ed eruzioni cutanee, così come il suo olio essenziale diluito con olio di mandorle.

Nello Yoga esiste una respirazione che bilancia la nostra energia lunare e la nostra energia solare. Vi sono infatti due canali principali energetici (nadi) che passano nelle nostre narici: in quella sinistra passa la nadi Ida collegata alla Luna, al femminile e all’energia discendente e di eliminazione, apana; nella narice destra passa invece la nadi Pingala collegata al Sole, al maschile e all’energia attiva, vitale e ascendente, prana.

Il Respiro a Narici Alternate riequilibra queste due energie opposte, come lo fa con gli emisferi cerebrali, destro e sinistro.

Come si fa?

wp-1594466070556.gif

1 . Con il pollice della mano destra chiudi la narice destra ed INSPIRA dalla narice sinistra

2. Con il mignolo della mano destra chiudi la narice sinistra ed ESPIRA dalla narice destra

3. A questo punto INSPIRA dalla narice destra ed ESPIRA dalla narice sinistra chiudendo la narice destra con il pollice

4. INSPIRA dalla narice sinistra, e così via.

Ogni narice ha un ciclo di respirazione completo

SAT NAM!

Un caro saluto da Simona Benazzi Kirpal Kaur – Naturopata e Insegnante di Kundalini Yoga