Kundalini Yoga e Naturopatia – Aprile: il risveglio

Ma non era “Aprile dolce dormire?”.

Sì, infatti è anche così se a marzo non si è provveduto a purificare il nostro organismo e il nostro fegato! Quindi appesantiti dalle tossine accumulate, con le prime temperature più calde e aggiungiamo il cambio all’ora legale, ci ritroviamo ad aprile con una gran sonnolenza…

Ma non disperate non è troppo tardi per rimediare.

SH_ciliegi_in_fiore_primaveraPrima di tutto ci pensa la Natura a svegliarci donandoci giornate meravigliose, di una luce intensa e di un cielo limpido; il profumo della vegetazione che sta fiorendo, gli uccellini che cinguettano, insomma tutto ci invita ad assaporare le nostre giornate e a viverle più intensamente e in allegria….Peccato che quest’anno dobbiamo rimanere tutti a casa. Eggià purtroppo grazie al Covid-19 non potremo godere appieno di questa Primavera, all’aria aperta, sopratutto se si vive in città. Ma paradossalmente la apprezzeremo di più, avremo più tempo per ascoltare gli uccellini, per notare il cielo azzurro e i fiori colorati. Non dovremo correre a destra e a sinistra presi dai mille impegni quotidiani, quindi tutto sommato per certi aspetti saremo più grati e consapevoli di questa stupenda stagione.

Inoltre Aprile è il mese governato da Marte, il dio della guerra ma anche dell’azione, del dinamismo, della determinazione. E come sempre, se vogliamo mettere dentro di noi un pò di questa energia marziana, la Natura ci viene incontro regalandoci ortaggi ricchi di ferro, di un verde intenso, e che depurano il nostro sangue e il nostro fegato. Come: spinaci, rucola, agretti, ortica e poi carciofi, piselli, fave,sedano ecc…Quindi non è ancora troppo tardi per depurare il nostro organismo e ricaricarlo di energia.

ricetta-ortica-riso                 spinacifortie-belli

Consiglio inoltre una ricetta per una centrifuga depurativa, rimineralizzante e antiossidante:

1 rapa rossa; 2 gambi di sedano; 2 carote; una manciata di spinaci; 1/2 mela e un pò di zenzero.

NB: alle centrifughe potete aggiungere un pò di olio d’oliva o di cocco; oppure mangiarci insieme delle mandorle, perchè le vitamine presenti sono liposolubili quindi vengono assimilate solo attraverso i grassi.

Infine praticare Yoga e respirare! A tal proposito vi suggerisco una tecnica di respirazione o pranayama che dona freschezza al nostro organismo, spegne il fuoco di fegato e della rabbia, abbassa la temperatura in caso di febbre e allevia i bruciori di stomaco in caso di gastrite. Inoltre calma la mente e ci ricarica di energia.

Questa tecnica si chiama SITALI PRANAYAMA e si fa così:

Si Inspira dalla bocca attraverso la lingua arrotolata a U (lo sai fare solo se hai lo specifico cromosoma) altrimenti attraverso la bocca arricciata a O come se stessi bevendo da una cannuccia.
Si formerà in questo modo un canale sottile attraverso il quale passerà l’aria che diviene in questo così più fresca. Cerca di portarla dentro di te fino al ventre.
Poi espira dal naso chiudendo la bocca.
Bastano 3 minuti, ma se continui fino a 11 minuti diventerà una magnifica meditazione!

Buon risveglio a tutt*!

SAT NAM

Simona Benazzi Kirpal Kaur – Naturopata e Insegnante di Kundalini Yoga