Primavera: depurarsi per rigenerasi

L’etimologia del termine primavera ha origini molto antiche e diverse: dal latino classico primo vere, cioè “all’inizio della primavera“, derivato a sua volta da ver, veris, ossia tempo, poi stagione;  fino alle culture indoeuropee in cui è possibile ricondurre la radice “vera” alla radice sanscrita vas  che significa ardere, splendere e che per estensione ha finito per indicare anche l’estate. La “Prima-vera” dunque è la stagione prima dell’estate.

BlH7rBrRFGdVF71lofox_TFmaDj07ReWp5C4zcHaw_alex-fergus-look-and-feel-amazing-health-wellness-fat-loss-natural-bannerLa Primavera è stagione di passaggio, in cui, finito il grigiore e il torpore invernale, la natura e gli esseri viventi ritornano a risplendere con più energia, creatività ed espansione.

Ma a noi esseri umani cosa accade spesso invece durante la stagione primaverile? Stanchezza, sonnolenza, allergie, gastrite…insomma non siamo al massimo del nostro splendore! Perchè?

feng-shui-1.jpg

 

 

 

 

 

 

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese ad ogni stagione corrisponde un elemento e ad ogni elemento corrisponde un organo e un viscere. In particolare la Primavera è la stagione dell’elemento Legno che vede associato l’organo Fegato e il viscere Vescica Biliare. Cosa significa questo? Che a Primavera l’organo che lavora maggiormente e quindi ha bisogno di essere sostenuto è il Fegato, assieme alla sua “compare” Vescicola Biliare o Cistifellea.

Tra le diverse funzioni del Fegato quella principale è di essere tra i maggiori organi emuntori del nostro organismo, ossia gli organi che filtrano il sangue dalle tossine per eliminarle verso l’esterno, in quanto è in grado di eliminarne il 99% tra quelle presenti. Ma cosa accede se il nostro Fegato è appesantito o danneggiato? Il suo lavoro di drenaggio e quindi di eliminazione delle tossine viene compromesso e rallentato favorendo in questo modo un processo di intossicazione del nostro organismo.

Che cosa sono le tossine? Sono scorie che possono avere sia natura endogena: prodotti intermedi di molti processi metabolici, cellule morte, sostanze tossiche prodotte dai processi di fermentazione e putrefazione intestinale, ecc….; sia natura esogena: virus, batteri, metalli pesanti, additivi alimentari, farmaci, tabacco, ecc… Un eccesso di tossine nel nostro corpo può causare malattie circolatorie, problemi alle articolazioni, problemi alla pelle, spossatezza, e nei casi più estremi può causare mutazioni genetiche, quindi tumori.

Il processo di disintossicazione da parte del fegato avviene in due fasi: nella prima il Fegato rende alcune tossine idrosolubili e quindi eliminabili attraverso i Reni e le altre le trasforma in sostanze tossiche intermedie che verranno neutralizzate nella fase successiva; nella seconda fase il Fegato rende queste tossine intermedie liposolubili per eliminarle con l’aiuto della Bile attraverso l’Intestino.

Da qui l’importanza di bere molta acqua per aiutare il processo di eliminazione e per avere un’Intestino sano e regolare!

Quali sono i sintomi di una insufficienza epatica?

  • Difficoltà nel digerire i grassi e disturbi digestivi in generale
  • Nausea
  • Gonfiore e pesantezza a livello dell’addome
  • Gas intestinali
  • Bocca pastosa o alito cattivo
  • Perdita dell’appetito
  • Emorroidi
  • Prurito alla pelle
  • Bruciore agli occhi
  • Stitichezza
  • Colorito giallastro
  • Spossatezza, pigrizia
  • Sovrappeso
  • Cefalea
  • Ipercolesterolemia
  • Calcoli Biliari

 

 

 

 

 

 

NB: Se si presentano almeno quattro di questi disturbi allora significa che il vostro Fegato ha bisogno sicuramente di essere depurato.

Ci sono diversi modi per mantenere il nostro Fegato sano e uno non esclude l’altro, anzi per mantenerci in salute occorrerebbe sviluppare l’attitudine di uno stile di vita sano, quindi:

  • Adottare un’alimentazione possibilmente vegetariana composta da cereali integrali, legumi, frutta e verdura di stagione possibilmente biologici e/o a km zero
  • Attività fisica
  • Tecniche di respirazione (Pranayama)
  • Fitoterapia (le piante che aiutano il nostro organismo a depurarsi)
  • Riflessologia Plantare
  • Linfodrenaggio
  • Terapie Termali
  • Idrocolonterapia

A Primavera, per dare una mano al nostro Fegato, la Natura ci viene in aiuto regalandoci le piante che aiutano a disintossicarci come: il Carciofo, il Cardo Mariano, il Tarassaco, il Rosmarino e comunque in generale tutte le verdure a foglia verde.

Oltre che attraverso l’alimentazione in questa stagione possiamo assumere integratori ed estratti di queste piante per un’azione più mirata ed efficacie. In questo caso però meglio evitare il fai date e farsi aiutare da un Naturopata per la scelta delle piante più adatte alla propria costituzione e al proprio terreno, in base ad una Valutazione Olistica secondo la Medicina Tradizionale Cinese. Oltre alle piante citate, vi sono anche la Curcuma, la Fumaria, il Crisantello Americano, il Rafano Nero, il Boldo….

Vi auguro una meravigliosa Primavera!

Simona Benazzi – Operatrice Bio Naturale del Benessere – Naturopata