Prendiamoci cura del nostro Utero

Non so voi, ma pur essendo nata donna ho preso consapevolezza del mio utero verso i 40 anni. Penso che la maggior parte di noi lo percepisca semplicemente come un contenitore, a volte pieno, a volte vuoto e così di seguito. Il ciclo mestruale poi, vissuto come un supplizio mensile. Fortunatamente i tempi stanno cambiando e molte donne stanno prendendo consapevolezza delle potenzialità racchiuse in questo organo, del potere del ciclo mestruale e il suo stretto rapporto con le fasi lunari.

Utero

Il desiderio di riprendere contatto con l’energia creativa femminile della Madre Terra è sempre più forte, dato che questa società ci porta sempre più lontano da essa.
Un nuovo femminismo sta nascendo, più consapevole, che non si conforma al modello maschile, ma anzi ne prende le distanze e rivendica la natura ciclica e se vogliamo anche “animalesca” della donna, ossia in stretta correlazione con la Natura e la terra appunto.

Proprio per questo motivo è necessario tornare verso un approccio terapeutico naturale, ove è possibile, per riequilibrare energeticamente il nostro grembo.

Esiste ancora una larga branca della medicina allopatica, che a prescindere dal disturbo, dal disequilibrio che la donna presenta, legata al ciclo mestruale piuttosto che altre patologie, consiglia come unico rimedio la pillola anticoncezionale. Certo si fa presto, ti cambia completamente l’assetto ormonale e di conseguenza ti trasforma da Tizia 0.0 a Tizia 0.1 ossia in un’altra versione di te stessa. A te la scelta!

Ci sono invece tantissime piante che ci vengono in soccorso, qui ne citerò solo alcune.

Rubus idaeus (Lampone) – il gemmoderivato della pianta (dai giovani getti) agisce

rubus
sull’asse ipofisi-ovaio. Utile sia durante l’adolescenza sia durante la menopausa. Nell’adolescenza è prezioso per le irregolarità delle prime mestruazioni o per il menarca tardivo e quando i segni sessuali secondari tardano ad arrivare (sviluppo mammario, sistema pilifero…). Grazie alla sua azione antispasmodica a livello uterino, il Lampone è indicato anche nei casi di dismenorrea, agendo sui dolori di inizio ciclo quando il flusso mestruale non si è ancora stabilizzato. Può essere prescritto anche per la sindrome iperfollicolinica caratterizzata da tensione mammaria, insonnia, ritenzione idrica…. Il Rubus idaeus è indicato anche nei casi di menopausa precoce stimolando le ovaie attraverso un’azione sia estrogenica sia progestinica.
Il Rubus idaeus associato al Rubus fructicosus (Rovo) con azione antisclerosi dell’organo, tratta il fibroma uterino impedendone la crescita.

فوائد-الميرمية-للرجال

Salvia Officinalis – tralasciando in questa sede le innumerevoli proprietà benefiche di questa pianta, la Salvia è indicata per i disturbi ormonali soprattutto per i problemi di amenorrea e per le vampate in menopausa. Ha azione estrogenica, grazie ai flavonoidi e acidi fenolici in essa contenuti. La pianta possiede un’ azione di tonificazione del sangue e della circolazione è utile quindi anche nei casi di dismenorrea e di ritenzione idrica. Non deve essere assunta durante la gravidanza e l’allattamento.

04-49-34-28-09-2017-duong-quy-1

Angelica Sinensis o Angelica Cinese (dang gui) – riequilibra e normalizza le contrazioni uterine. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese tonifica il sangue e armonizza il mestruo, è quindi indicata per dismenorrea, sindrome premestruale, irregolarità mestruali e amenorrea. Muovendo il sangue è indicata per i dolori causati da ristagno di sangue e nella sindrome menopausale. Non deve essere usata in gravidanza, quando si ha diarrea, disturbi emorragici o ipermenorrea.

Per riequilibrare il nostro ciclo mestruale e sciogliere blocchi energetici che minacciano la salute del nostro grembo la Medicina Tradizione Cinese è insuperabile. Sì perchè utilizza un approccio energetico e olistico, ossia unitario e d’insieme, per risolvere le malattie. Ogni organo è collegato ad un altro attraverso la fitta rete dei meridiani. Così l’Utero (viscere straordinario) è collegato al Cuore (organo Zang) che attraverso il suo qi e il Sangue lo nutre e promuove la liberazione verso il basso del sangue mestruale durante le mestruazione e durante l’ovulazione la liberazione della cellula uovo. I due organi sono molto simili per la loro ciclicità nello svuotarsi e riempirsi.

Il Cuore è inoltre sede dello Shen ossia l’aspetto mentale, psicologico, emotivo e spirituale della persona. Da qui si può dedurre come a livello più sottile i nostri pensieri, schemi mentali e le nostre emozioni possono influenzare la salute del nostro Utero, di conseguenza la possibilità di un ciclo mestruale regolare, di concepimento, di una menopausa serena. La fitoterapia e la floriterapia in questo caso ci vengono in aiuto.

Fegato, Milza e Reni si occupano invece di conservare, produrre e governare il sangue di conseguenza per regolarizzare un ciclo mestruale (che non sia troppo in anticipo o in ritardo, abbondante o scarso, di lunga durata o di breve durata) bisogna agire su di essi attraverso l’alimentazione, la fitoterapia e la moxibustione.

Per avere una consulenza personalizzata potete contattarmi cliccando su:

Simona Benazzi – Naturopata, Operatrice Bio Naturale del Benessere