E ora è il momento di disintossicarsi con riso integrale e Tè Bancha

Ben ritrovat* car*, dopo le feste natalizie sono qui a scrivervi un paio di “dritte” semplici ed efficaci per tornare in forma e purificarsi.

I protagonisti di questo blog sono il riso integrale e il Tè Bancha, ma prima di darvi qualche consiglio pratico vediamo nel dettaglio le loro proprietà.

Perché scegliere il riso integrale piuttosto che quello raffinato? Il vero riso integrale viene privato solamente della parte più esterna del chicco, quella non commestibile, il resto viene mantenuto ed è per questo motivo che possiede elevate sostanze nutritive e proprietà benefiche per l’organismo.

riso_integrale

Il riso integrale è ricco infatti di: vitamine del gruppo B, in particolare della B1,B2, B3 e acido folico (B9); vitamina E; sali minerali come il sodio, potassio, ferro, calcio, fosforo e zinco; proteine, glucidi, fibre e zero contenuto di colesterolo.

Il riso bianco raffinato invece è ottenuto da una particolare lavorazione dei chicchi che ne elimina la crusca ed il germe privandolo così delle molte sostanze nutritive sopra elencate.

Le proprietà e le azioni benefiche del riso integrale sono:

  • previene la formazione di calcoli alla cistifellea per effetto della fibra insolubile

  • facilita la perdita di peso e mantiene la sensazione di sazietà più a lungo grazie all’effetto della fibra

  • ha un’azione tranquillizzante e antinevralgica per effetto dell’alto contenuto di magnesio e niacina

  • aiuta a tenere sotto controllo la pressione cardiaca e il colesterolo abbassando quello cattivo (LDL)

  • aiuta in caso di stitichezza

  • favorisce le funzioni metaboliche e l’equilibrio acido – base

  • è privo di glutine quindi adatto per chi ha un’intolleranza a questo componente

  • ha proprietà antinfiammatorie, stimola il sistema immunitario grazie alla presenza del selenio, ed enzimi ad azione antiossidante

  • purifica il fegato

  • riduce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 per effetto dei polifenoli e delle fibre

  • ha un’ azione antitumorale, soprattutto nella prevenzione del cancro al colon e del pancreas

Direi che ci sono tanti buoni motivi per nutrirsi di questo alimento!

Passiamo ora al Tè Bancha: è un tè verde giapponese molto diffuso in quanto è adatto non solo agli adulti ma anche ai bambini per il suo basso contenuto di teina e le sue proprietà rimineralizzanti e disintossicanti; “Banchainfatti significa “Tè comune” in quanto la popolazione lo consuma quotidianamente anche perché meno pregiato di altri tè come, per esempio il Tè Sencha, nel quale si usano le foglie più piccole della pianta.

large_infusion342-2

Il Tè verde Bancha, esiste in due varianti: l’hojicha e il kukicha.

hojichaL’hojicha è preparato con le giovani foglie che si sviluppano dopo la raccolta dei germogli, dopo essere passate a vapore per qualche minuto, le foglie sono fatte asciugare lentamente in forno per bloccare ogni processo di fermentazione, lasciate riposare un anno e infine tostate.

L’hojicha è preparato con le giovani foglie che si sviluppano dopo la raccolta dei germogli, dopo essere passate a vapore per qualche minuto, le foglie sono fatte asciugare lentamente in forno per bloccare ogni processo di fermentazione, lasciate riposare un anno e infine tostate.

kukichaIl kukicha si ottiene con la raccolta e la successiva essiccazione dei rametti di tre anni che sono pressoché privi di teina ed è una combinazione di foglie verdi e piccoli rametti.

Il kukicha si ottiene con la raccolta e la successiva essiccazione dei rametti di tre anni che sono pressoché privi di teina ed è una combinazione di foglie verdi e piccoli rametti.

NB: il Bancha non andrebbe dolcificato per poter sfruttare al meglio le sue proprietà, tuttalpiù si può aggiungere un po’ di miele.

Vediamo nel dettaglio queste proprietà:

favorisce la digestione: bevuto caldo durante o dopo i pasti favorisce la digestione eliminando il senso di pesantezza o gonfiore

accelera il metabolismo: va bevuto più volte nell’arco della giornata, si mantiene anche per qualche giorno se tenuto in frigo e poi scaldato

depura l’organismo sostenendo il fegato e stimola il drenaggio attraverso la diuresi eliminando così le tossine, ovviamente va bevuto più volte nel corso della giornata

– ha un’azione energizzante in quanto ricco di vitamine e sali minerali tra cui calcio e ferro, non ha effetti eccitanti come il caffè, per esempio. Ottimo anche per chi soffre di leggera anemia

antiossidante:combatte i radicali liberi quindi anti-invecchiamento

antitumorale: il Tè Bancha può rallentare la progressione di alcuni tipi di cancro ed aiutare a prevenire il tumore all’esofago, quello del pancreas, della vescica e i tumori ovarici

Illustrati i virtuosi benefici di questi due alimenti, ora qualche consiglio su come utilizzarli al meglio per disintossicarsi dai pasti luculliani del periodo natalizio.

Mangiare per 3 giorni solo riso integrale, condito con un pò d’olio, dalla colazione alla cena accompagnandoci come bevanda il Tè Bancha. La mattina per la colazione si può preparare un budino di riso integrale fatto con latte di avena (meglio preparalo la sera prima). In questo modo è possibile smaltire il chiletto in più preso durante le vacanze e disintossicarsi per bene.

NB: il riso integrale andrebbe tenuto in ammollo dalle 3 alle 6 ore prima della cottura, in questo modo si ammorbidisce e la cottura diviene più veloce (dai 20 ai 25 minuti)

Oppure praticare un giorno di digiuno bevendo solo Tè Bancha; questa pratica fatta regolarmente una volta al mese o anche ogni 15 giorni, aiuta a stimolare il metabolismo e a disintossicarsi dalle tossine accumulate. Meglio praticare il digiuno in un giorno di riposo, come il sabato o la domenica.

Con questo è tutto, Buon anno e buona disintossicazione!

Naturalmente, i consigli di questo blog non sostituiscono le indicazioni del medico